Il pescivendolo italiano in Norvegia

Angelo è un giovane studente italiano capitato in Norvegia per errore. Durante il soggiorno rimane abbagliato dalla città di Bergen, la bellissima "capitale dei fiordi", e decide di restare. In un primo momento trova un'occupazione al Centro Culturale Italiano e poi al famoso mercato del pesce della città. Angelo adempie proprio bene il suo lavoro, con passione e la gente inizia a parlare di questo giovane che si esprime in sei lingue e, pieno di energia, non si ferma mai dietro al bancone dei pesci. Diventa così "il grande venditore", un'attrazione per i media locali oltre che un grande esperto di pesce norvegese. Unisce alla passione per il cibo un grande amore per le persone e per i suoi clienti. Il pescivendolo italiano scopre che il mercato del pesce oltre ad essere un luogo variopinto è un grande pentolone etnico dove persone da tutto il mondo si intrecciano, contaminano e a volte si scontrano. È proprio in questo marasma di situazioni che il protagonista oltrepassa il confine della sua giovinezza ed entra nel più accidentato territorio dell'età adulta nella quale acquista la consapevolezza che la vita, come un viaggio, offre viste stupende, ma anche paesaggi tristi.

Titolo: Il pescivendolo italiano in Norvegia

Autore: Toffoletto Massimo

Dati: 2010, 152 p

Editore: Aurelia