LADAKH

Nord dell'India, al confine con il Pakistan. Un susseguirsi di paesaggi aridi e desolati, grandiosi gompa (monasteri) appollaiati sulle cime delle colline, pronti a tuffarsi nel vuoto delle vallate sottostanti. Vecchi "palazzi" in legno aggrappati a pareti di roccia a strapiombo, oasi di verde intenso, tutto circondato dalle grandi cime innevate. E poi la popolazione, gente montana, timida forse, ma generosa di sorrisi e ospitalità.

Documenti necessari 

Necessario con validità di almeno 6 mesi dalla data del rientro, firma del titolare ed almeno tre pagine libere da consegnarsi in agenzia TASSATIVAMENTE almeno un mese prima della data di partenza. Ove il passaporto sia stato rilasciato da meno di 6 mesi si deve allegare anche il passaporto vecchio oppure una dichiarazione in inglese in cui si spiegano i motivi per cui si è impossibilitati a presentarlo (es. trattasi di primo passaporto oppure perché smarrito o trattenuto dalla Questura).

Visto

Sarà a cura di CTC la richiesta del Visto. Dovrete, perciò, portare in Agenzia entro e non oltre 45 giorni prima della partenza:

-          Passaporto in originale

-          due fotografie a colori formato tessera recenti di dimensioni 5x5 cm, a sfondo bianco e senza occhiali;

-          un modulo compilato che verrà fornito dall’Agenzia*;

Viene sempre verificato che la firma presente sul passaporto del richiedente sia identica a quella presente sul formulario. Se le due firme non coincidono non sarà possibile procedere con la domanda di visto.

* Il modulo sarà compilato in via telematica dalla CTC. Una volta compilato e stampato si dovrà firmare.

Fuso orario
4 ore e mezza in avanti, quando in Italia c’è l’ora solare.
3 ore e mezza in avanti, quando in Italia c’è l’ora legale.

Moneta
La valuta locale è la rupia indiana (Rs). A gennaio 2012, 1 dollaro Usa equivaleva a circa 50 rupie, 1 Euro a circa 65 rupie. Si può cambiare all’arrivo in aeroporto, in albergo, nelle banche.
Raccomandiamo di cambiare piccole somme per volta, poiché le rupie eventualmente rimaste si potranno riconvertire con grande difficoltà e con forti spese, solo presentando una ricevuta di cambio (vengono comunemente rilasciate al momento del cambio valuta, meglio conservarle). Traveller’s cheques e carte di credito sono accettate solo negli alberghi e in qualche negozio di souvenir. Nei negozi di souvenir e negli alberghi potrete cambiare al momento l’ammontare di rupie che Vi fossero necessarie.

Telefono
Teleselezione diretta dalla camera degli alberghi. Prima di utilizzare il telefono dell’albergo, prendete visione delle tariffe e delle normative. ATTENZIONE: in molti alberghi se nessuno risponde e avete fatto squillare il telefono più di tre volte, potrebbero addebitarVi lo stesso la chiamata.
Il cellulare italiano funziona, anche se dipende dalla zona dove siete. Contatte il vostro fornitore (Telecom, Omnitel, Wind…) per maggiori informazioni sugli accordi di roaming internazionale.

Medicinali
Suggeriamo di portare con sé scorta sufficiente di medicinali abituali. E’ buona norma avere con sé anche la ricetta medica, se tradotta in inglese Vi evita di avere problemi in caso di necessità.
Un piccolo pronto soccorso da viaggio (antifebbrili, antidolorifici, antidiarroici, disinfettanti, cerotti, ecc. Vi potrà essere consigliato dal Vostro medico).

Abbigliamento
Abbigliamento assolutamente pratico ed informale. Giacca a vento, felpa e maglione (si arriva a considerevoli altitudini)
Abiti troppo succinti, canottiere, calzoncini e minigonne non sono molto ben visti nelle città. Inoltre, le visite sono spesso legate a luoghi sacri, che richiedono un abbigliamento decoroso. Considerata la sporcizia per le strade, suggeriamo calzature chiuse e calzini.
Un paio di grossi calzini in cotone possono essere indossati quando toglierete le scarpe, per accedere ai luoghi sacri.
Spesso anche le aree all’aperto, intorno a monumenti religiosi, sono considerate sacre.

Fotografie
Rispetto e discrezione nel fotografare le persone, soprattutto nei luoghi di preghiera.
E’ buona norma chiedere sempre il permesso.
In alcuni templi o altri luoghi monumentali bisogna pagare una tassa per poter fare fotografie o filmare. Fotografare aeroporti, luoghi militari e truppe è sempre proibito. Portate con Voi tutto il materiale fotografico che riterrete necessario (pellicole ed eventuali pile di scorta).
In India è spesso molto costoso e lo stato di conservazione non garantito (troppo caldo, scadenza).
La tassa da pagare per poter filmare, in alcuni luoghi è piuttosto elevata.

Acquisti
L’artigianato dell’India è ormai famoso in tutto il mondo. Oggetti in legno, cuoio, tessuti, sciarpe, marmi intarsiati, miniature, pietre preziose, gioielli, argenti e moltissime altre curiosità realizzate ancora oggi con metodi tradizionali, sono gli acquisti migliori.
I negozi di souvenir e quelli dei grandi alberghi offrono articoli di qualità molto alta, ma a prezzi altrettanto alti. I mercati e i piccoli laboratori offrono le occasioni migliori: se si contratta a lungo si spuntano buoni prezzi. Attenzione alle cosiddette “antichità”.
Qualora doveste effettuare acquisti di valore, non possiamo assumerci alcuna responsabilità per eventuali problemi che sorgessero successivamente, anche se il negozio o il venditore Vi fosse stato consigliato dalle guide locali da noi fornite.

Una normativa europea a tutela dell’ambiente vieta l’importazione in Europa di oggetti derivati da specie animali e vegetali, protette a livello mondiale, perché a rischio di estinzione. Avorio, tartaruga, alcuni tipi di coralli, oggetti in pelle di elefante, orchidee e conchiglie rare, animali vivi come pappagalli, coccodrilli, ecc. rientrano tra le specie protette. Bisogna fare molta attenzione, perché l’acquisto può essere legale, ma alla dogana europea si rischia il sequestro, un’ammenda molto elevata, e perfino una pena detentiva.

Uscite non accompagnati
Nel caso usciate senza la Vostra guida, Vi suggeriamo di portare con Voi un biglietto da visita o un depliant dell’albergo in cui alloggiate, che spesso è scritto anche in Hindi. Il Vostro ritorno in albergo sarà così garantito anche se incapperete in taxisti che non parlano inglese. La maggior parte dei tassisti si offrirà di aspettarvi e riportarvi poi indietro. Il sistema è ottimo, perché vi garantisce di trovare un taxi affidabile quando sarete magari stanchi, soprattutto se sarà buio. E’ poco più costoso della sola andata. Suggeriamo di contrattare prima il costo della sola andata. Poi vi fate dire quando vogliono anche per la sosta e il ritorno. Così non rischierete di pagare cifre eccessive. Accertatevi che sia chiaro, così da evitare spiacevoli discussioni.

Consigli su come gestire l'altitudine

http://www.lemiemontagne.it/sitopubblico/Consigli/AMS.htm