Indonesia

Indonesia

L'Indonesia è terra di molte verità e molte contraddizioni. Paese di sconvolgente e primitiva bellezza vede convivere tra i suoi confini vulcani attivi e tribù rimaste all'età della pietra, enormi risorse naturali e straordinarie diversità storiche, artistiche e culturali. Giava e Sulawesi, Sumatra e Bali, Lombok, Flores-Komodo e Papua Ovest, ogni isola è diversa dalle altre ma al tempo stesso parte di un Paese scosso da profonde tensioni e ben lontano dallo stereotipato modello tipo depliant turistico con popolazioni perennemente intente a sorridere e danzare per rallegrare il viaggiatore straniero. L'Indonesia è una nazione ancor oggi alla ricerca della sua identità il che rappresenta un ulteriore invito a conoscere meglio questo affascinante Paese.

Documenti necessari e visto turistico

Per entrare in Indonesia il viaggiatore italiano dev'essere in possesso del passaporto valido almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel Paese e del biglietto aereo di andata e ritorno.

Il visto è obbligatorio. Può essere richiesto prima della partenza tramite la CTC

Dogana

http://www.agenziadogane.it/

Cosa mettere in valigia

Si consiglia un abbigliamento comodo e informale, vestiti di cotone e una maglia pesante se si pensa di soggiornare nelle zone montuose. Un paio di calzini sono utili all'interno dei templi se non si vuole restare a piedi nudi. Indispensabili creme solari, occhiali da sole, cappello.

E' bene portarsi appresso tutte le medicine di uso comune più quelle più specifiche ad uso personale nonché repellenti per zanzare e disinfettanti intestinali.

Elettricità e voltaggio

In Indonesia l'energia elettrica è a 220 volt, ma esistono ancora villaggi con corrente a 110 volt. Le prese sono generalmente a due fori rotondi e spesso sono prive del collegamento a terra. E' bene portare con sé un adattatore e una torcia elettrica perché in campagna l'elettricità viene spesso a mancare.

Cucina

La cucina indonesiana, ricca di numerose varianti, non solo muta di isola in isola, ma anche di regione in regione; molto speziata, va dai semplici cibi indigeni ai raffinati e complicati piatti giavanesi e cinesi. Nelle città principali si trova da mangiare di tutto, ovunque, a qualsiasi ora e a prezzi convenienti.

Clima e temperature

Clima caldo-umido con temperatura media di 30°. Esistono due stagioni: la stagione delle piogge  (Ottobre-Aprile) e la stagione secca (Aprile-Ottobre).

Norme di comportamento

Benché i comportamenti degli occidentali vengano entro certi limiti tollerati è bene conoscere alcune regole di buona educazione indonesiana: mentre il contatto fisico tra persone dello stesso sesso è molto diffuso e privo di significati sessuali, è bene evitare in pubblico effusioni o baci tra persone di sesso opposto anche se sposate.

Non bisogna mai indicare col dito medio ma con il pollice, porgere prendere o mangiare con la mano sinistra, esibire la pianta dei piedi o incrociare le gambe, rimanere in piedi vicino a una persona seduta e soprattutto toccare la testa dei bambini (la testa infatti è la parte più importante del corpo perché è in essa che entra la divinità che porta la vita).

Per accedere ai templi è necessario annodare intorno alla vita una fascia di stoffa in segno di rispetto e non stare in posizione sovrastante rispetto agli oggetti sacri, ai sacerdoti e alle persone che pregano; i visitatori vengono sempre accolti con cibo e bevande che devono onorare solo dopo essere stati invitati a farlo e mai prima del padrone di casa.

Da ultimo un invito: contrattate sempre gli acquisti e, se raggiungete un accordo, comprate e non tiratevi indietro: è molto offensivo fare altrimenti, se volete solo perdere tempo o divertirvi lasciate perdere e fate qualcosa d'altro.

Salute

L'acqua deve sempre essere considerata come non potabile  e dovrebbe essere sempre sterilizzata prima di berla. Si consiglia quindi di utilizzare acqua in bottiglia ermeticamente chiusa.

Mangiare verdure crude è sconsigliato perché potrebbero essere state lavate con acqua contaminata. Mangiare carne ben cotta.

Fuso orario

+ 5 ore per Sumatra e Giava, + 6 ore per Bali e + 7 ore per l'Indonesia orientale nel periodo in cui in Italia vige l'ora legale; nel periodo in cui vige l'ora solare in Italia si deve aggiungere un'ora in più.