MAURITIUS

Sabbia bianca in cui affondare i piedi, sole caldo sotto cui rilassarsi, barriere coralline da esplorare, acque cristalline in cui nuotare. Questo è Mauritius, con la sua capitale, Port Louis ed i suoi giardini botanici ricchi di specie tropicali. Con gli  zuccherifici e la produzione del Rum. Con il Parco Nazionale Black River Gorges, preziosa foresta endemica. Tutto questo a portata di mano alloggiando in un hotel da favola, circondati dal calore e dai sorrisi dell’esuberante popolazione isolana.

Documenti di viaggio

Passaporto. Non è richiesto il visto per i turisti.

Clima

Si possono distinguere mediamente due stagioni a Mauritius, invertite rispetto alle nostre. Una stagione invernale secca e fresca da maggio ad ottobre con temperature medie che oscillano da 19°C le minime a 26°C le massime, ed una stagione estiva calda ed umida da novembre ad aprile con temperature alte che si aggirano da 23°C le minime a 31°C le massime.

Valuta:

Rupia Mauriziana. 1 rupia = 0,025 €

Il consiglio è quello di convertire Euro o dollari in rupie, non solo perché non sono spesso accettati, ma anche perché il tasso di cambio con cui viene calcolato il prezzo in euro è arbitrario e deciso dal commerciante o dal diretto interessato, come nel caso dei taxi. Il rischio è quello di fare un acquisto affatto conveniente se non di incappare in piccole truffe, come nel sopracitato caso dei tassisti.

In conclusione, pagare direttamente in rupie mauriziane è la soluzione migliore.

Cucina

Siamo a sud est dell’Africa e oltre alla posizione geografica che ha fatto di Mauritius un centro di scambi e commerci, hanno contribuito al multiculturalismo i cinquecento anni di colonialismo olandese, inglese e francese. Dunque un mix di culture, saperi e sapori che fanno della cucina mauriziana un luogo colorato e ricco di contaminazioni e miscele variopinte. I boulet manioc, soffici crocchette a base di manioca, il chutney che è il profumato piatto a base di frutta e verdura con peperoncino, coriandolo, aglio e cipolla, la vindyae, crema di spezie al vino d’aglio, il kari pwasson, piatto di pesce al curry o il faratha, tipico pane mauriziano.

Ora locale: 

+2h rispetto al fuso italiano

Lingua

La lingua ufficiale dell'isola è l'inglese, ma gli abitanti, nella vita di tutti i giorni, parlano il creolo e il francese. L'inglese è utilizzato nell'ambito dell'amministrazione. Il plurilinguismo è particolarmente sviluppato nell'isola poiché, oltre il francese, l'inglese e il creolo, parlati praticamente da tutti gli abitanti dell'isola, si parla anche, secondo la propria appartenenza etnica, la lingua degli antenati, indiani o cinesi.

Religioni

La maggior parte dei mauriziani è di religione indù (52%). Oltre 150 templi sono riservati ai loro culti e le grandi feste religiose riuniscono centinaia di migliaia di fedeli. Cattolici (26%), musulmani (16%), protestanti (2%), e una manciata di buddisti che hanno anch'essi i loro luoghi di culto.

Elettricità

220 V. Prese continentali a due spine o inglesi a tre spine. Portate un adattatore.