Mosquito – Tearne Roma

Dopo la morte della moglie, Theo Samarajeeva abbandona la sua agiata vita di scrittore a Londra per tornare nello Sri Lanka, suo paese natale, dove stringe amicizia con una giovane artista, Nulani, un'amicizia che si trasformerà in amore.
Sullo sfondo della minaccia di un'insurrezione terroristica la loro storia offre uno spiraglio di speranza in un paese sull'orlo della distruzione. Ma quando la rivolta esplode il loro mondo già instabile viene sconvolto: Theo viene fatto prigioniero e privato delle sue cose più care; Nulani viene costretta all'esilio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessuno è più al sicuro, solo il mare e la terra rimangono di una bellezza mozzafiato. Con lo sprofondare del paese in un abisso di violenza e odio la tragedia della guerra civile si espande come un veleno tra amici e amanti estremamente provati dall'impatto con la guerra, che sottoporrà ciascuno di loro alle prove più terribili.
Un bel romanzo che vale sicuramente la pena leggere. La storia di per sé non è eccezionale, né particolarmente originale. L'ambientazione è però straordinaria ed i personaggi disegnati molto bene. Non a caso l'autrice è una pittrice e riesce a rendere benissimo sentimenti, sensi e situazioni, come se fosse dotata di pennelli e colori oltre che della "penna". Uno stile lirico e rotondo (ma quasi mai ridondante o sopra le righe) e un'eccellente traduzione accompagnano una lettura molto piacevole.

Titolo       Mosquito
Autore     Tearne Roma
Prezzo     € 18,50
Dati          2009, 331 p.,
Editore    E/O  (collana Dal mondo)
Traduzione: Duranti R.