Namibia

nam1

L’alba africana, appena scesi dall’aereo, è gelida. Mi stringo nel pile simulando una dimestichezza con le basse temperature che in realtà non ho e guardo verso l’orizzonte. Non volevo partire, quasi come sempre, ed invece sono qui, in un’Africa che per me non è proprio Africa quanto vorrei. E’ un’Africa ordinata, pulita e gelida. Niente tamburi dall’interno di un’ipotetica umida foresta pluviale. Niente odori di spezie e puzze varie che aleggiano nell’aria umida tropicale. Niente signore rotonde che rotolano da una parte all’altra del terminal con fare fintamente impegnato. Niente vestiti colorati e bimbi frignanti che ti guardano con grossi occhioni imbambolati.

DOCUMENTO APPROFONDIMENTO