SCOZIA

La magia dei colori del cielo, le nuvole viola, rosa, azzurre poi infuocate, i castelli, le bandiere fatate e i mostri discreti; i fiordi, in inverno di color azzurro e rosa tenue, sembrano usciti da un quadro all'acquerello. Se amate la Natura non potrete uscirne che soddisfatti e sognanti.

In Scozia si possono ammirare colline rotondeggianti rese rosa dall'erica, scogliere a picco sul mare, abitate da uccelli rari come la pulcinella di mare, boschi con falchi pescatori, nibbi, astori, sparvieri e mammiferi aggraziati come i caprioli e i cervi. Lungo la costa e' facile avvistare scogli che ad uno sguardo piu' attento si rivelano coperti di foche stese al sole.

Ora

Il turista italiano al suo arrivo in Scoziadeve spostare indietro il proprio orologio di 1 ora Quando in Italia è in vigore l'ora legale lo è anche in Scozia e quindi la differenza rimane invariata.

Documenti

Per entrare in Scozia al cittadino italiano è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio senza proroga stampata sul retro.

Elettricità

La corrente elettrica è a 240 volt, le prese sono del tipo a tre buchi.Si necessita un adattatore.

Mangiare

La cucina scozzese offre in genere piatti molto sostanziosi.La colazione è generalmente estremamente abbondante, sia che sia continentale che scozzese classica, visto che il pranzo per gli scozzesi si risolve per lo più con un panino.

Non sempre raffinati e non sempre economici, ma comunque numerosissimi, i pub scozzesi consentono di mangiare sia snack che pasti caldi a prezzi non eccessivamente elevati.

Piatto nazionale scozzese è l'haggins, un insaccato a base di carne che si gusta cotto con contorno di purè di patate e di rape.

Viene considerato sia antipasto che primo piatto ed è consumato quotidianamente nelle Highlands e nelle Ebridi Esterne; lo troverete un po' dappertutto, anche i fornai lo vendono in crosta mentre nelle friggitorie ve lo friggeranno con della pastella.

Se amate le zuppe fatevi portare la mislin kail, zuppa di verdure, o la kilmeny kail, zuppa arricchita con carne di coniglio e maiale; particolarissima è la cock-a-leekie, una zuppa di porro con pollo e prugne.

Piatti forti della tavola scozzese sono anche il salmone, i frutti di mare, le carni (sempre ottime e cotte alla perfezione) e la selvaggina (cervo, fagiano, lepre).

Nel Loch Fyne potrete gustare le ostriche e le Orcadi sono famose per i loro formaggi.

Eccellenti i piatti di pesce: aringhe e salmoni sono preferibili affumicati mentre freschi sono da gustare trote, sogliole, salmoni, granchi.

Come frutta troverete lamponi e fragole.

Per digerire il tutto non potrete naturalmente fare a meno di un bicchierino di scotch whisky di malto non invecchiato.

Moneta e carte di credito

La moneta della Scozia è la sterlina scozzese.

Le sterline scozzesi non hanno corso legale in Inghilterra, Galles ed Irlanda del Nord, ma sono liberamente scambiabili con quelle inglesi.

Ricordate di spendere tutte le sterline scozzesi finchè siete in Scozia perché spesso le banche fuori della Gran Bretagna non le accettano e quindi potreste non riuscire a riconvertirle in euro.

Le carte di credito sono diffuse e consentono di prelevare contanti agli sportelli delle banche o a quelli automatici presso i quali è possibile prelevare sterline anche con la tessera bancomat (Eurocheque).

1 Euro = 0,87 Sterlina Gran Bretagna

Clima

La costa occidentale della Scozia gode di un clima notevolmente mite considerata la sua latitudine (57° parallelo) poichè è lambita dalle calde acque della corrente del Golfo. Ciò significa un aumento dell'umidità, ma anche possibilità di sviluppare una flora quasi tropicale.

All'opposto, la costa orientale è fredda e secca.

Normalmente, in Scozia il tempo cambia con una rapidità sconcertante: la nebbia può essere repentinamente spazzata via da un colpo di vento, subito dopo può brillare il sole e poco dopo piovere. Ma anche la pioggia dura poco e via, si ricomincia...