Sostiene Pereira

Nella Lisbona del 1938, dopo una carriera trentennale, Sostiene Pereira finisce a dirigere la pagina letteraria del modesto quotidiano Lisboa. Ha pochi interessi, parla col ritratto della moglie defunta, scrive necrologi di grandi autori. Colpito da un suo articolo, chiede al giovane Monteiro Rossi di diventare collaboratore. Monteiro è fidanzato con Marta, ostile al regime di Salazar. Pereira preferisce tenersi fuori dalla politica, ma l'anziano giornalista scopre autori quali Mauriac, Claudel, Bernanos. La polizia segreta portoghese tortura a morte Monteiro rifugiatosi da Pereira e minaccia lo stesso giornalista che però riuscirà a denunciare il regime fascista pubblicando un articolo sul pestaggio di Monteiro. È l'inizio di un nuovo percorso. Un nuovo futuro attende Sostiene Pereira. Il romanzo da cui è stato tratto il film ha tutte le carte in regola per diventare un CLASSICO. La vicenda individuale si inserisce nella Storia, Pereira vive il suo percorso interiore, la sua esaltante evoluzione psicologica sullo sfondo della Lisbona degli anni trenta caratterizzati dall'avvento della dittatura salazarista a cui fanno da contrappunto il fascismo in Italia e il franchismo in Spagna. La testimonianza storica si fonde con la storia personale ma anche con la digressione filosofica, la dissertazione letteraria. Strani parallelismi e un gioco magistrale di corrispondenze fra questi aspetti che si intersecano e si richiamano a vicenda.

 

Titolo    Sostiene Pereira
Paese, Anno    Italia Francia Portogallo, 1994
Regia    Roberto Faenza
Principali interpreti    Marcello Mastroianni; Nicoletta Braschi; Stefano Dionisi; Marthe Keller; Joaquim De Almeida; Daniel Auteuil
Prezzo
Prezzo di listino € 14,99
Film per tutti