TAILANDIA

Conosciuta anche come "La Terra dei Sorrisi", la Thailandia è uno dei Paesi dell'Asia turisticamente più frequentati, ma che conserva anche importanti tracce del passato storico e artistico.

La posizione geografica ha permesso la fusione di tradizioni e lingua di due grandi poli culturali asiatici: il cinese e l'indiano. Questi due aspetti permettono a tutti i tipi di viaggiatori di trovare aspetti interessanti: dalla grande metropoli caotica ed piena di vita come Bangkok alle antiche rovine, ai templi e alle città abbandonate, dalle spiagge assolate di Phuket alla giungla del Parco Nazionale Khao Yai per appassionati naturalisti.

Documenti necessari:

Passaporto: necessario per l'ingresso nel Paese, deve avere validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo.

Visto d’ingresso: non è necessario per soggiorni per motivi di turismo non superiori ai trenta giorni. All’arrivo in Thailandia per via aerea viene apposto sul passaporto un timbro che consente la permanenza nel Paese per 30 giorni.

E' richiesta la traduzione in inglese delle ricette di tutte le medicine che si intende avere con sè nel corso del viaggio.

Condizioni sanitarie

Strutture sanitarie:   Lo standard qualitativo delle strutture ospedalieri pubbliche è buono. Le strutture sanitarie private sono ottime.

Si consiglia durante la permanenza di: non consumare cibi e/o bevande di dubbia provenienza, bere solo acqua e bibite in bottiglia senza l'aggiunta di ghiaccio se non in esercizi pubblici che forniscono garanzie di igiene; dissetarsi con frequenza, per prevenire gli inconvenienti legati a fenomeni di disidratazione frequenti nei paesi tropicali.

Vaccini: non è richiesta e nè raccomandata alcuna vaccinazione e/o profilassi antimalarica. In Thailandia la malaria è molto rara, concentrata nelle zone rurali e nel periodo delle piogge. Le normali precauzioni ( maglie e pantaloni lunghi al tramonto e un buon repellente) sono da sole sufficienti.

Clima

In Thailandia abbiamo 3 stagioni differenti:aprile - giugno estate, clima molto caldo, giugno - settembre stagione monsonica, ottobre - marzo stagione migliore perchè più fresca (tra i 26° ed i 30°) e con splendide giornate di sole.

Cosa mettere in valigia 

Vestiti estivi ed informali. Scarpe comode e sandali. Cappelli, occhiali da sole e creme solari. Portare sempre con sè un maglioncino di cotone in previsione dell'aria condizionata in ristoranti, hotel e locali pubblici. Si raccomanda per le signore un abbigliamento non troppo discinto che, soprattutto in occasione delle visite ai templi, copra le spalle e le gambe. Lo stesso dicasi per gli uomini a cui saranno richiesti pantaloni lunghi all'ingresso ai templi.

Moneta e carte di credito

La moneta Thailandese è il Baht con un cambio decisamente fluttuante. Attualmente (ottobre 2018) 1 € = 32 Baht. Le principali carte di credito (American Express, Diners Club, JCB, Master Card e VISA) vengono comunemente accettate presso banche importanti, ristoranti, alberghi e negozi.

Elettricità

Tensione: 220 V     Frequenza: 50 Hz

Ora locale

+5h rispetto Italia

La cucina

Da Nord Sud la Thailandia offre una grandissima varietà geografica ed etnica, cui corrisponde una gamma altrettanto vasta di tradizioni culinarie regionali. La ben nota cucina thai propone una ricca e raffinata combinazione di erbe, carni, pesci e verdure, arricchita da numerose spezie aromatiche. Ma ciò che caratterizza questa cucina, l’ingrediente che ha contribuito a renderla famosa in tutto il mondo, è senz’altro il peperoncino. Moltissimi piatti Thailandesi sono infatti davvero piccanti! Oltre a una sapiente composizione degli ingredienti, la cucina Thai dedica particolare attenzione all’aspetto di ogni piatto. Il cibo è benessere, pertanto ogni sua componente deve essere capace di gratificare corpo e spirito. Non solo ricette scelte e ingredienti freschi, dunque, ma composizioni di grande bellezza e portate impiattate in modo estremamente armonico. Le prelibatezze della cucina thailandese, insomma, possono davvero mangiarsi con gli occhi! Durante il pasto, in Thailandia tutte le portate vengono servite in tavola contemporaneamente, e condivise tra i vari partecipanti al banchetto. Ognuno ha ovviamente il proprio piatto di riso e spesso anche una piccola ciotola per la zuppa.

Mance

In Thailandia è buona regola per il visitatore internazionale rilasciare mance negli hotels, nei ristoranti, alla Guida e all'autista dei mezzi di trasporto turistici.

Usi e tradizioni 

Il popolo Thai è noto al mondo per la sua estrema gentilezza, disponibilità e ospitalità nei confronti dei visitatori internazionali. E' però bene conoscere alcuni aspetti degli usi e dei costumi dei locali al fine di rispettare alcune regole canoniche di comportamento che faranno sì da essere ancor più graditi e benvoluti.

E' bene sapere ad esempio che i thai generalmente non amano esternare troppo vistosamente o impetuosamente le proprie emozioni e farlo può essere segno di maleducazione. Ad esempio esclamare ad alta voce, ridere sguaiatamente, assumere atteggiamenti invadenti della altrui privacy, innervosirsi o arrabbiarsi troppo animatamente sono comportamenti da evitare.
Ci sono poi alcuni movimenti ed atteggiamenti che vengono considerati quali altamente scorretti ed irriverenti, come ad esempio toccare la testa o puntare i piedi in direzione delle persone o fissare con lo sguardo.

Durante le visite a luoghi religiosi è estremamente importante togliersi le scarpe nei luoghi interni e non volgere i piedi all'indirizzo delle immagini sacre.