Una storia in Danimarca

Romanzo che finisce dove comincia "L'Amleto", "Una storia in Danimarca" narra le vicende e l'amore di Claudio e Gertrude, madre e zio paterno dell'uomo che si finse pazzo per vendicare la morte del padre. Rifacendosi non solo a Shakespeare, ma anche alle leggende scandinave, Updike racconta la giovinezza della donna, il matrimonio combinato e l'amore sbocciato con il cognato.

 L'infaticabile John Updike è tornato in libreria con un romanzo ambientato nella Danimarca medioevale. La storia, cui allude il titolo originale, è quella di Gertrude e Claudius, rispettivamente madre e zio dell'Amleto citato nelle Historia Danica del XII secolo e reso poi immortale dal dramma di Shakespeare. Tuttavia la figura di Amleto qui è secondaria, del tutto periferica rispetto a quella di Gerutha e dei suoi tre re. Il libro è diviso in tre parti e ciascuna inizia con la stessa frase: "Il re è adirato". E ogni volta si tratta di un re diverso: il primo è il severo Rorik, padre di Gerutha, il secondo è Horwendil, che sposerà la fanciulla, e il terzo è Claudius, il fratricida, che prende il posto di Horwendil sul trono e nel cuore di Gerutha. La protagonista - cui, come agli altri personaggi, l'autore cambia nome nelle tre parti del libro rifacendosi prima all'opera latina, poi a una versione francese del 1576 e infine alla tragedia shakespeariana - a turno ama e asseconda tutti e tre gli uomini. All'inizio del racconto, appena sedicenne, Gerutha oppone una debole resistenza al padre che vuole darla in sposa al guerriero Horwendil. Perché "Horwendil - che era ritenuto piuttosto attraente" appare lontano. "Rorik invece era qui, la mano nella sua, il viso tanto noto a nemmeno un palmo dal suo...". Successivamente Gerutha è pronta a darsi con passione al marito e a dedicarsi con entusiasmo ai doveri quotidiani. Ma il fuoco di Horwendil non è abbastanza caldo per l'inquieta regina che troverà appagamento nell'ardore di Claudio, fratello di Horwendil, follemente innamorato della cognata. Altre due figure maschili ruotano intorno alla regina: il figlio Amleth, verso il quale Gerutha si sente carente d'amore materno e inadeguata, e il fido consigliere Polonius. Come nella tradizione delle più belle fiabe i due innamorati alla fine si uniranno. "Egli prese l'arrendevole mano di lei fra le sue, stringendo il duro scettro nell'altra. L'aveva fatta franca. Sarebbe andato tutto per il meglio": così l'autore decide di concludere il racconto. Ma la tragedia è nell'aria, è solo rinviata. La storia è già scritta e continuerà a scorrere, fluida e immutabile, verso il funesto destino di Amleto.

Titolo    Una storia in Danimarca
Autore    Updike John
Prezzo di copertina € 13,43
Dati    2001, 216 p.
Traduttore    Bandel Dragone F.
Editore    Guanda  (collana Narratori della Fenice)