VIETNAM

Viaggiare in Vietnam è un continuo alternarsi di sensazioni, un cambio continuo di ritmi: nella vita di città, nello scorrere dell’acqua, tra le foreste, nei piccoli villaggi al margine del mare verde brillante delle risaie. Ammaliati dalla serena baia di Halong, immersi tra i colori intensi dei mercati delle nord o in quelli galleggianti del delta del Mekong, avvolti dal caotico traffico delle grandi città, sbalorditi tra le vestigia dei siti archeologici, ogni nostra percezione è un viaggio, ogni nostra memoria un caleidoscopio di immagini.

Documenti necessari e visto turistico

È richiesto il passaporto con almeno 6 mesi di validità dalla data di partenza.
Per i cittadini italiani, fino al 30 giugno 2021 non è più richiesto il visto di ingresso per soggiorni inferiori ai 15 giorni. Per soggiorni superiori ai 15 giorni o per ingressi multipli resta necessario, e viene concesso all’aeroporto di arrivo, previa autorizzazione dell’ufficio immigrazione e al costo di USD 45 ( 65 USD per ingressi via terra).  In questi casi saranno necessarie 2 fotografie formato tessera e autorizzazione alla concessione del visto rilasciata dal Dipartimento Immigrazione del Ministero della Pubblica Sicurezza del Vietnam.

Dogana

Cosa mettere in valigia

La conformazione geografica del Viet Nam è molto particolare, per cui si possono trovare situazioni climatiche molto diverse spostandosi da nord a sud.

Facilmente le temperature al nord sono come in Italia, ed è utile avere capi anche piuttosto caldi se si visitano regioni montuose come nei dintorni di Sa Pa. Spostandosi verso sud il clima diventa tropicale, pertanto anche nei mesi di gennaio-febbraio si possono trovare temperature molto elevate (35°C). Preferite quindi un abbigliamento comodo, a strati per affrontare le diverse situazioni, scarpe chiuse e comode nonché un paio di stivali di gomma (si trovano in tutti i mercati) se si visitano i villaggi in montagna, per difendersi dal fango che invade i sentieri in caso di piogge intense. A questo proposito è bene avere con se' una sacca impermeabile dove riporre oggetti delicati (apparecchi fotografici, documenti, ecc...) e un ombrello.

E' bene ricordare che, visitando pagode o monumenti, è richiesto un abbigliamento consono (niente canottiere o pantaloncini corti), nei luoghi di culto si deve entrare scalzi. Inoltre è utile pensare a una farmacia da viaggio (disinfettanti, antibiotici a largo spettro, antidolorifici), creme solari, occhiali da sole e copricapo.

Elettricità e voltaggio

220 volts. Occorre munirsi di adattatore a lamelle.

Cucina

La cucina vietnamita è particolarmente varia: si dice che vi siano almeno 500 piatti tradizionali, da quelli a base di carni esotiche come quelle di pipistrello, cobra e pangolino fino a fantasiose ricette vegetariane (la cui ampia diffusione è dovuta all'importanza del buddismo). Il piatto classico vietnamita è però costituito da riso in bianco accompagnato da verdure, carne, pesce e spezie varie, al punto che in lingua vietnamita "consumare i pasti" si dice an com, che letteralmente significa "mangiare riso". Non mancano poi alcuni piatti tipici della Cina, come gli involtini primavera, le frittelle di riso, il pollo speziato e le onnipresenti zuppe con anguille e vermicelli. Rispetto alla cucina cinese però, quella vietnamita è meno unta e si basa maggiormente su erbe aromatiche e verdure naturali. In più il cibo vietnamita è caratterizzato dal fatto di essere sempre fresco, in quanto comprato quotidianamente al mercato Di seguito alcuni dei piatti più famosi: - il banh xeo, meglio noto come "le crepes di Saigon", fatto con fagioli e carne di maiale o pollo; - il pho, una zuppa di tagliolini preparata con manzo, pollo e pesce e condita con erbe aromatiche e chiodi di garofano; - il canh chua ca, è la tipica zuppa di pesce vietnamita molto piccante e speziata; - l'hu tieu xao thit bo è uno dei piatti più noti in Vietnam, un pasticcio di manzo e fagioli servito con riso. Le salse sono le altre componenti principali della cucina vietnamita, sia quelle piccanti come lanuoc cham, sia quelle dolci come la nuoc mam, immancabile condimento ricavato dalla fermentazione del pesce in salamoia. dolci come la , immancabile condimento ricavato dalla fermentazione del pesce in salamoia. In genere i pasti si concludono con la frutta, sia tradizionale tipo ananas, banana, arancia, papaya e pompelmo, ma anche con esemplari esotici più rari come il mangostano (mang cut), il rambutan (chom chom), l'euforia (nham), il frutto dell'albero del pane (mit), il durio (sau rieng), il frutto del drago verde, la ciliegia a tre semi e la mela d'acqua. Dolce tipico è il Che, dolce somigliante al pudding, servito o caldo o freddo con ghiaccio tritato. Sopra vi si versa del latte di cocco e i suoi ingredienti spaziano da fagioli bianchi a mais o a patate dolci. Per quanto riguarda le bevande, una molto rinfrescante da gustare in Vietnam è il latte di cocco. I vietnamiti credono però che essa affatichi l'organismo. Un'altra specialità tipica, questa volta alcolica, è il vino di serpente (ruou ran). Si tratta di un vino di riso in cui è immerso un serpente sottaceto. Sembra che questo prodotto abbia proprietà tonificanti e che curi qualsiasi disturbo. Il tè è però la bevanda nazionale per eccellenza, spesso servita gratuitamente o ad un prezzo irrisorio nei ristoranti. Il tipo più comune è il tè verde, servito in coppette di porcellana, caldo a nord e ghiacciato a Sud.

Moneta locale

La moneta ufficiale è il Dong. Gli euro e i dollari vengono accettati e cambiati ovunque. Nessun problema negli alberghi, negozi e ristoranti per l'accettazione delle principali carte di credito.

Clima e temperature

Il Vietnam si estende dal Tropico del Cancro all'Equatore, quindi il suo clima potrebbe essere definito tropicale al centro del Paese e subtropicale a sud.

Il regime dei monsoni determina di regola un periodo estivo-autunnale caratterizzato da temperature elevate e piogge frequenti contrapposto a una stagione invernale-primaverile dal clima secco e temperato.

Ma il Vietnam si estende da nord a sud in uno spazio compreso fra 15 paralleli e la sua particolare conformazione determina condizioni ambientali e climatiche un po' particolari. Può esserci pertanto un certo divario tra le temperature registrate a nord e a sud nello stesso periodo.

In particolare, l'inverno si protrae da novembre ad aprile con temperature medie di tra i 16° e i 23° C e limitate precipitazioni mentre l'estate va da maggio ad ottobre con temperature medie tra i 25° e i 35° C, elevato tasso di umidità, piogge abbondanti e violenti tifoni. Inoltre, la presenza di catene montuose così come l' assenza di rilievi nella zona del delta del Mekong possono mitigare o inasprire i fenomeni atmosferici legati ai monsoni.

Norme di comportamento

portarsi dietro il biglietto dell'hotel può facilitare il rientro con taxi o cyclo:
se si prevedono lunghe escursioni conviene portarsi dietro carta igienica di riserva, in quanto non sempre facilmente reperibile;
la contrattazione è quasi un rito, bisogna dunque essere pronti a contrattare il prezzo, in albergo, come in taxi o al ristorante;
per i buddisti, la testa è sacra ed i piedi sono impuri. In un tempio, è meglio quindi evitare di mettere i piedi su un altare o rivolti verso una statuetta votiva;
non piantare in verticale le bacchette in una ciotola di riso poiché è simbolo di morte;
evitare vestiti troppo scoperti, non solo per le condizioni climatiche, ma per non offendere la popolazione locale;
lasciare sempre soldi, biglietti aerei, documenti e valori vari nella cassaforte dell'hotel;
togliersi sempre le scarpe entrando in casa di qualcuno;
chiedere sempre il permesso prima di fotografare qualcuno ed in caso di rifiuto non insistere o offrire soldi;
non fotografare installazioni militari, in quanto ciò viene visto come una minaccia alla sicurezza nazionale;
non perdere mai la calma in pubblico: è considerato una perdita di faccia per le persone coinvolte

Salute

Non è richiesta alcuna vaccinazione. Non è obbligatoria la profilassi antimalarica. È comunque sempre buona norma contattare il proprio medico di base o la Asl di appartenenza per ulteriori e aggiornati approfondimenti. Una piccola farmacia per uso personale è altresì raccomandabile.

Telefoni

Il costo di una chiamata dall'albergo è di circa 7 USD al minuto. In alternativa si può ricorrere  agli uffici telefonici pubblici, alle cabine o agli uffici postali. E' consentito portare il cellulare, ma è meglio assicurarsi prima di partire dall'Italia che il gestore copra il servizio.

Fuso orario

Lancette avanti di 6 ore durante l’orario solare, di 5 ore invece quando in Italia è in vigore l’ora legale.